Osteoporosi e fratture femorali: attualitá sanitaria e scarsa percezione di un grave problema di sanitá pubblica


Abstract


Obiettivi: questo workshop viene proposto per
approfondire in una sede prestigiosa e appropriata,
che vede riuniti i maggiori esponenti e decisori della
sanità pubblica italiana, la consapevolezza e la conoscenza delle fratture osteoporotiche quale problema
di sanità pubblica di grande attualità nel nostro
Paese, nel contesto del progressivo invecchiamento
della popolazione italiana.

Metodi: i due lavori che vengono presentati hanno condotto precise valutazioni epidemiologiche, a partire
dalle considerazioni demografiche sull’aumento della
vita media degli italiani, fino alla ricerca dei dati di prevalenza di patologie quali l’osteoporosi. I lavori qui presentati forniscono dati sull’incidenza delle fratture
femorali negli anziani in Italia, dati sugli interventi chirurgici di riduzione di fratture femorali, dati relativi alla comorbosità ed alla riabilitazione dei pazienti con frattura femorale e si spingono fino alla stima dei costi
diretti delle fratture femorali. Per meglio stimolare una
vera consapevolezza dell’entità del fenomeno, abbiamo
eseguito un confronto con una patologia percepita
come “severa” e “ad alto impatto” sulla salute degli
ultaquarantacinquenni: l’infarto miocardico acuto.

Risultati: l’incidenza ed i costi dei ricoveri per fratture
femorali negli anziani in Italia soni paragonabili
all’Infarto Miocardico Acuto e le conseguenze in termini di qualità di vita (riabilitazione, problemi di deambulazione etc.) sono tali da richiedere una maggiore
attenzione in termini di programmazione di
interventi di prevenzione.


Conclusioni: le fratture femorali in italia sono un problema di sanità pubblica che è doveroso non sottovalutare e pertanto non interessano esclusivamente l’ambito ortopedico (la branca specialistica che si prende cura del trattamento finale della patologia); spetta ai professionisti della Sanità pubblica interloquire con gli specialisti clinici ed i chirurghi che si occupano del problema per intervenire con appropriate strategie preventive per impedire che si giunga all’evento fratturativo.
Per l’osteoporosi, in particolare, dovrebbe essere
poste in atto adeguate misure preventive in grado di
ridurre il rischio di frattura degli anziani, specialmente
(ma non esclusivamente) per il sesso femminile.




DOI: https://doi.org/10.2427/6241

NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn%3Anbn%3Ait%3Aprex-8391

References



Refbacks

  • There are currently no refbacks.
We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue to use this site we will assume that you are happy with it (Read more).
Ok