La leucemia del bambino come causa di disgregazione familiare


Abstract


Introduzione: le patologie del bambino, soprattutto se gravi e durature, possono essere definite come “malattie della famiglia” a causa dell’intensità di assistenza richiesta, delle difficoltà organizzative quotidiane e dello stress causato. Obiettivo: identificare il ruolo di alcuni potenziali fattori di rischio coinvolti nella rottura di famiglie di bambini leucemici.

Materiali e metodi: mediante l’uso di questionari, sono state studiate, durante l’anno 2002, 150 cartelle cliniche di bambini leucemici dell’ospedale pediatrico “Santobono-Pausillipon”- Dipartimento di Oncologia; 11 casi sono stati esclusi per incompletezza dei dati. Outcome è stata considerata la “separazione familiare.” Sono state analizzate le seguenti variabili: trapianto di midollo osseo, lavoro del padre, della madre e loro età ed educazione, sesso ed età del bambino (CA), numerosità della famiglia, stato socio-economico, probabilità clinica di guarire (CPR), appartenenza ad una associazione. Sono state condotte analisi bivariate e logistiche. Risultati: all’analisi bivariata CA e CPR, entrambi stratificati in tre livelli, sono risultati associati alla separazione. L’Odds Ratio grezzo (OR) della separazione familiare con CA di 5/10 anni e bambini di 11 anni o più a confronto con quelli d’età di 0/4 era, rispettivamente, di 8.68 (p=0.02) e di 5.7 (p=0.07). L’OR grezzo della separazione con un CPR medio e un CPR buono confrontato con un CPR basso ha dato rispettivamente 0.35 (p=0.02) e 0.08 (p‹0.001). Un modello logistico che includeva CPR come variabile principale e controllata per CA ha evidenziato che la probabilità di guarigione è media o alta e, dopo aver aggiustato per l’età del bambino, è stato ottenuto un rischio di rottura familiare rispettivamente di 0.29 (p=0.01) e 0.08 (p=0.02).

Conclusioni: la rottura dell’unità familiare è evento frequente in caso di grave patologia infantile. Abbiamo rilevato che una maggiore probabilità di guarigione e una maggiore età dei bambini diminuiscono il rischio di separazione tra i genitori. L’analisi allargata agli aspetti sociali consente una migliore valutazione dei costi/benefici degli interventi sanitari e suggerisce l’opportunità di un approccio terapeutico integrato ed allargato al contesto familiare.




DOI: https://doi.org/10.2427/6196

NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn%3Anbn%3Ait%3Aprex-8331

References



Refbacks

  • There are currently no refbacks.
We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue to use this site we will assume that you are happy with it (Read more).
Ok