Studio sull´appropriatezza delle richieste di consulenza dermatologica in Pronto Soccorso


Abstract


Obiettivi: quantificare i livelli di inappropriatezza delle richieste di consulenza dermatologica definendone l’impatto economico ed identificandone i determinanti.

Metodi: è stata condotta un’indagine censuale riguardante gli accessi per patologia dermatologica presso il DEA dell’ASO di Novara. I criteri utilizzati per la definizione del livello di appropriatezza delle richieste di consulenza sono stati il codice di triage e il giudizio di un team di osservatori medici. La valutazione dei livelli di variabilità diagnostica è stata effettuata mediante il calcolo della concordanza tra diagnosi del pronto soccorso e del dermatologo, utilizzando come misure sensibilità, valore predittivo e K di Cohen. La valutazione economica è stata effettuata utilizzando la metodologia dell’Activity Based Costing. Risultati: sono state acquisite e valutate 1750 richieste di consulenza. Le richieste sono risultate inappropriate nell’87,64% dei casi. L’analisi economica ha permesso di quantificare in circa ¤9 ad accesso l’impegno sostenuto dall’azienda per ogni consulenza prestata; il costo complessivo delle prestazioni erogate è risultato pari a ¤12340,5. I livelli di concordanza sono risultati generalmente bassi, e il 40,88% delle diagnosi non concordanti era attribuibile ad errore diagnostico grave. L’inappropriatezza della prestazione è risultata condizionata dalla diagnosi e dal momento dell’accesso: eczema ed orticaria aumentano di 45 e 15 volte il rischio di inappropriatezza, mentre l’accesso in fascia oraria notturna dimezza tale rischio e l’ustione lo diminuisce di circa 5 volte.

Conclusioni: I determinanti degli elevati livelli di inappropriatezza delle richieste di consulenza osservati sono stati individuati nell’insufficiente azione di filtro dei MMG, nelle richieste incongrue da parte dell’utenza e nell’incertezza professionale dei medici di PS; in particolare quest’ultima ipotesi trova riscontro nei risultati dell’analisi della concordanza diagnostica. L’impatto economico delle prestazioni inappropriate è stato relativamente contenuto. Gli interventi ipotizzabili necessitano di un approccio articolato, clinico ed organizzativo; in particolare potrebbe risultare utile l’introduzione della teledermatologia a livello territoriale.




DOI: https://doi.org/10.2427/6163

NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn%3Anbn%3Ait%3Aprex-8294

References



Refbacks

  • There are currently no refbacks.
We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue to use this site we will assume that you are happy with it (Read more).
Ok