Ristorazione collettiva a Milano: formazione del personale ed adeguatezza delle attrezzature


Abstract


Obiettivi: l’importanza di un’adeguata formazione degli operatori in qualsiasi tipo di “industria alimentare” è chiaramente sottolineata sia dal Codex Alimentarius che dal D.Lvo 155/97 (capitolo X dell’allegato). Essendo l’efficacia dei corsi influenzata dalle differenze culturali, dal diverso livello di scolarità, dalle difficoltà linguistiche derivate dall’inserimento di personale extra-comunitario, dalle pregresse esperienze professionali, risulta necessario individuare strumenti di verifica 1) delle conoscenze acquisite e 2) dell’effettiva applicazione delle stesse a livello operativo. Con questa duplice finalità è stata condotta un’indagine nell‘ambito della ristorazione collettiva gestita da “Milano Ristorazione Spa” (in prevalenza ristorazione scolastica).

Metodi: l’indagine è stata condotta utilizzando un questionario ed una scheda ispettiva ad hoc costruite per valutare i tre fattori notoriamente più critici (gestione delle temperature; rischio di contaminazione crociata; igiene dei locali e delle attrezzature).

Risultati: Sono stati esaminati 37 centri cucina con la compilazione di 260 questionari da parte degli operatori dei centri-cucina e di 37 schede ispettive. In funzione della % di risposte corrette, gli intervistati sono stati classificati in 3 livelli: • buona formazione (risposte corrette › 90): 43% dei soggetti • sufficiente formazione (70-90%): 37% • insufficiente formazione (‹ 70%): 20%.

Conclusioni: i 3 livelli di conoscenza risultano significativamente influenzati dall’aver frequentato un corso di formazione (p ‹ 0,001); le conoscenze sono risultate carenti soprattutto (47% di insufficienti) in tema di gestione delle temperature. Attraverso l’ispezione sono emerse alcune situazioni di non idoneità delle attrezzature, soprattutto la mancanza di rilevatori di temperatura in 11/37 centri cucina. Dallo studio emerge che i corsi di formazione pur avendo un riscontro complessivamente positivo sulla preparazione del personale, non assicurano la formazione sui temi più prettamente tecnici e critici (gestione delle temperature) sui quali i corsi formativi dovrebbero centrare maggiormente l’attenzione.




DOI: https://doi.org/10.2427/6126

NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn%3Anbn%3Ait%3Aprex-8260

References



Refbacks

  • There are currently no refbacks.
We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue to use this site we will assume that you are happy with it (Read more).
Ok