L’integrazione dei flussi informativi nella sorveglianza delle malformazioni congenite


Abstract


Obiettivi: valutazione della copertura del Registro notifiche delle malformazioni congenite alla nascita in Trentino negli anni 1999-2000 sulla base dei flussi disponibili.

Metodi: sono state considerate tre fonti: Schede cartacee di notifica di malformazione congenita (MALF), che alimentano il Registro Triveneto, il Certificato di assistenza al parto (CEDAP) e le Schede di dimissione ospedaliera (SDO).

Si è effettuato un record-linkage sulla base di una combinazione multipla di criteri comuni, individuando 402 casi. I casi non individuati da nessuna fonte e l’esaustività del flusso informativo sono stati stimati con la tecnica della cattura-ricattura.

Risultati: poiché CEDAP risulta associato positivamente
ad entrambe le fonti (CEDAP vs. SDO: OR=7,2 [95% IC 2,4-21,6] CEDAP vs. MALF: OR=2,62 [95% IC 1,6-4,2]), il metodo tradizionale della cattura-ricattura (stimatore non distorto di Chapman-Seber) porta ad una sottostima dei casi totali (N); è allora preferibile l’utilizzo dei modelli
log-lineari che considerano la dipendenza tra le fonti.

Il modello scelto è quello con gli effetti d’interazione CEDAP|SDO e CEDAP|MALF (G2=1,39; p=0,23), che dà le stime seguenti: N=471 [95% IC 430-512]; PC=46% [95% IC 43-51]; PM=26% [95% IC 24-28]; PS=78% [95% IC 71-85] (PX: tasso d’esaustività della fonte X).

Integrando il Registro delle malformazioni con almeno un altro dei flussi, si ottengono i seguenti incrementi di P: PMC=56% [95% IC 52-61]; PMS=82% [95% IC 75-90]; PMCS=85% [95% IC 79-93]. Le unioni MALF/CEDAP e MALF/SDO, rispetto al solo flusso delle malformazioni, portano aumenti dell’esaustività statisticamente significativi (p‹0,001), mentre la differenza tra il binomio MALF/SDO e l’unione di tutte e tre le fonti non è statisticamente significativa.

Conclusioni: i risultati mostrano una sottonotifica del flusso MALF ed una buona copertura delle SDO. Un’efficace attività di sorveglianza richiederebbe quindi l’integrazione di fonti multiple già informatizzate e che permettono di minimizzare
l’influenza della sensibilizzazione degli operatori.




DOI: https://doi.org/10.2427/6062

NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn%3Anbn%3Ait%3Aprex-8186

References



Refbacks

  • There are currently no refbacks.
We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue to use this site we will assume that you are happy with it (Read more).
Ok