L’integrazione delle pratiche di Sanità Pubblica in Europa


Abstract


Introduzione: l’Europa è una delle Regioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) dal 1946. Sei furono i Paesi fondatori della Comunità Economica Europea nel 1956 mentre, nel 1991, furono quindici gli Stati che aderirono al Trattato di Maastricht, dando vita all’Unione Europea (UE). Nel 2004 l’Unione comprenderà 25 Stati, altri tre faranno parte dell’Area Economica Europea, mentre saranno sviluppati programmi di collaborazione con Paesi dell’ex Unione Sovietica e del Mediterraneo.

Le forze dell’integrazione europea sono dunque in rapida evoluzione, ma qual è il ruolo delle pratiche di Sanità Pubblica in tale dinamica? Questo articolo (l’articolo originale N.d.T.) è scritto in inglese, la mia madrelingua, e so bene quanti colleghi di altre nazioni si siano impegnati per sviluppare la propria capacità di comunicazione in ambito internazionale. L’inglese è divenuto il linguaggio più utilizzato per la comunicazione internazionale ben al di là del mondo diplomatico. Nel mondo scientifico, la maggior parte degli esperti legge questa lingua e molti la parlano e scrivono con naturalezza. Sempre più frequentemente i politici si esprimono in inglese fuori dal loro Paese, mentre i mezzi di comunicazione in lingua inglese diventano sempre più influenti. Tuttavia il significato del termine “Public Health” (in italiano “Sanità Pubblica” N.d.T.) rimane poco chiaro.




DOI: https://doi.org/10.2427/6032

NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn%3Anbn%3Ait%3Aprex-8137

References



Refbacks

  • There are currently no refbacks.
We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue to use this site we will assume that you are happy with it (Read more).
Ok