Abitudini al fumo del personale sanitario in ospedale


Abstract


Obiettivo: l’ospedale come luogo di cura dovrebbe essere libero dal fumo, purtroppo, nonostante i vincoli di legge, ci sono ancora operatori sanitari che fumano durante l’orario di lavoro. Obiettivo dello studio, promosso dall’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese che ha aderito alla Rete HPH, è evidenziare le abitudini al fumo del personale sanitario e l’approccio al paziente fumatore.

Metodi: un gruppo di studenti universitari, durante le loro attività curricolari per l’A.A. 2002/2003, hanno distribuito un questionario ad almeno un operatore sanitario di ogni Unità Operativa Complessa (U.O.C.) dell’AOUS. Il questionario indaga le abitudini al fumo degli operatori, i luoghi dove si fuma ed il tipo di approccio al paziente fumatore.

Risultati: i dati raccolti sono relativi al 72% delle U.O.C. La prevalenza dei fumatori tra il personale sanitario, riferita dagli operatori intervistati, è risultata del 28% tra i dirigenti medici, del 32% tra i medici specializzandi e/o interni, del 41% tra gli infermieri, del 30% tra gli OTA e del 20% tra i rappresentanti di altre categorie. Dati interessanti emergono dalle indicazioni dei luoghi dove il personale fuma durante l’orario di lavoro: nel 7% delle U.O.C. si fuma nelle corsie di reparto e/o negli ambulatori, nel 30% negli studi privati, nel 56% nelle zone per fumatori e nei balconi. Nel 90% delle U.O.C. viene chiesto al paziente ricoverato se è un fumatore, nel 79% di queste viene indicato in cartella il numero di sigarette.

Conclusioni: i dati raccolti sono abbastanza concordanti con i dati nazionali sulla percentuale di medici fumatori, dobbiamo però tener conto del fatto che questi dati sono stati ricavati da informazioni riferite da pochi rappresentanti di ogni U.O.C.




NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn%3Anbn%3Ait%3Aprex-8395

DOI: http://dx.doi.org/10.2427/6245

References



Refbacks

  • There are currently no refbacks.