Extracomunitari, quale assistenza ospedaliera?


Abstract


La composizione etnica dell’Italia è da tempo in corso di trasformazione. Il flusso demografico è stato emigratorio fino al 1973, anno in cui il numero degli immigrati è stato maggiore del numero degli emigrati. Rispetto agli altri paesi occidentali il fenomeno immigratorio in Italia così come nella provincia di Varese, si caratterizza per avere spiccato dinamismo e forte eterogenicità delle etnie presenti. A Varese, secondo i dati dell’ISTAT aggiornati al 1 gennaio 2001 sono presenti 19944 cittadini stranieri residenti, di cui 14651 extracomunitari (30 diverse nazioni di provenienza). Dai dati in possesso dell’Azienda Ospedaliera di Circolo e Fondazione Macchi, i pazienti stranieri ricoverati sono stati 1706 nel 2001 e 1786 nel 2002; di questi, gli extracomunitari hanno rappresentato il 66%, nel 2001 e l’83,4% nel 2002. Analizzando poi le nazioni di provenienza si osserva tra i ricoverati un numero di etnie maggiore rispetto al dato fornito dal territorio. La lettura dei dati relativi ai ricoveri evidenzia per l’intera casistica di extracomunitari una prevalenza, in entrambi gli anni considerati, di pazienti (età media 28 anni) nord africani nella maggior parte marocchini (406 pari al 36% nel 2001, 323 pari al 19% nel 2002) seguiti da albanesi (344 nel 2001 pari al 30% nel 2001, 326 pari al 18% nel 2002). I ricoveri sono più frequentemente relativi alle donne e i DRG più frequenti sono relativi al parto e all’aborto. L’analisi e la lettura dei dati in possesso ha consentito di evidenziare come il n° di ricoveri di soggetti extracomunitari presso l’A.O. di Varese sia in aumento. È quindi stato definito un progetto teso a: favorire l’accesso delle donne straniere in ospedale (non solo al momento del parto ma anche prima); rimuovere gli ostacoli linguistico culturali che impediscono la comunicazione (mediazione culturale); offrire domanda globale di assistenza (integrazione con i servizi territoriali).



NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn%3Anbn%3Ait%3Aprex-8330

DOI: http://dx.doi.org/10.2427/6195

References



Refbacks

  • There are currently no refbacks.