Analisi della domanda di prestazioni ospedaliere per patologie tumorali dei residenti nell'ASLAV 2, anno 2000


Abstract


Obiettivi: l’analisi condotta è finalizzata a valutare la “domanda” di prestazioni ospedaliere richieste dalla popolazione dell’ASL AV2 relativamente alla patologia tumorale.

Metodi: i dati utilizzati sono stati tratti dall’archivio regionale A.R.S.A.N. delle SDO relative all’anno 2000. Sono stati selezionati ed estrapolati dal database regionale i ricoveri per patologia tumorale relativi ai residenti nell’ ASL AV2. L’identificazione dei casi è avvenuta sulla base della diagnosi principale codificata con il sistema IDC9-CM, selezionando i codici tra 140 e 239, inclusi alcuni codici V (radio o chemioterapia, anamnesi personale di tumore maligno). Tutti i casi sono stati raggruppati secondo la classificazione dei DRG e suddivisi in ricoveri avvenuti in Campania e ricoveri avvenuti in altre regioni ed all’estero. Inoltre la totalità dei ricoveri è stata divisa in due macrogruppi (intra/extraziendali), nell’ambito extraziendale in intra- ed extraregionale.

Risultati: sono stati individuati in totale 5838 ricoveri, il 2,96% avvenuti nella struttura ospedaliera dell’ASL, il restante 97.04 % in strutture extraziendali; di queste l’ 82.06% campane e il 14.98% extraregionali. La migrazione avviene prevalentemente verso le regioni di confine, in particolare Lazio e Puglia che assorbono rispettivamente il 30 ed il 18%. L’esame dei flussi verso le strutture del capoluogo indica una scarsa dipendenza nei confronti delle vicine strutture di Napoli città. Marginale risulta il ricorso a centri specializzati europei. Dall’analisi dei DRG disaggregati per classe di peso emerge che dei 5838 ricoveri il 18% riguarda discipline di alta specialità (DRG con classe di peso alta). Anche per queste ultime le aziende territoriali regionali presentano gradi di autosufficienza elevati (77%).

Conclusioni: la distribuzione dei ricoveri per tipo di tumore e per istituto di ricovero dimostra che la domanda espressa dalla popolazione residente trova risposta nelle strutture territoriali di residenza, rappresentando, questo, un indicatore (seppure approssimato) di un buon grado di autosufficienza territoriale dei “produttori” locali.




NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn%3Anbn%3Ait%3Aprex-8266

DOI: http://dx.doi.org/10.2427/6132

References



Refbacks

  • There are currently no refbacks.