Nutrizione e condizioni igienico-sanitarie dell'alimentazione in villaggi rurali indiani


Abstract


Premesse. la malnutrizione ed una carente sicurezza alimentare impattano negativamente sulle popolazioni dei PVS (paesi in via di sviluppo), inducendo gli stati patologici di Marasma e Kwashiorkor durante l’infanzia con effetti debilitanti a medio-lungo termine.

Obiettivi e metodi: é stata svolta un’indagine (2001, stagione monsonica) per valutare: - lo stato nutrizionale della popolazione infantile (0- 59 mesi), effettuando misurazioni antropometriche; - le abitudini alimentari familiari, basandosi sul modello semiquantitativo di frequenza alimentare; - gli aspetti igienico-sanitari dell’alimentazione. Tramite due questionari rivolti alle donne intervistate presso i presidi ambulatoriali dell’IIMC (na= 281) o presso il domicilio (nb= 116).

Risultati: la prevalenza dello stato malnutrizionale “grave” è la seguente: WAZ (wasting, crescita ponderale) 59,3%; HAZ (stunting, crescita lineare) 89,2%; la fascia d’età più colpita è quella dei 6-24 mesi. A livello familiare il regime dietetico pro capite corrisponde a 1433 74 kcal/die ed è in gran parte definito da pasti a base di riso e ortaggi; poco frequente è il consumo settimanale di fonti proteiche animali e di frutta. L’acqua per consumo diretto è attinta da pompe idriche manuali (95%); una consistente quota di acque stagnanti superficiali (36%) è impiegata per cucinare: questa sorgente idrica è inoltre serbatoio di rifiuti domestici (54%) e scarichi di servizi igienici (28%).

Conclusioni: in un contesto socio-economico insufficiente a garantire l’apporto dietetico e la salubrità alimentare adeguati, risultano particolarmente mirati ed efficaci interventi quali: - ND (Nutritional Diet): formulazione dietetica prodotta partendo da materie prime locali, per combattere la malnutrizione materno-infantile; - HEALTH PROMOTION: educazione igienico-sanitaria, specie nel campo alimentare, articolata in svariate attività pratiche e promossa mediante programmi network coinvolgenti più ONG locali. È altresì prioritaria la continua cooperazione internazionale con associazioni (PROGETTO CALCUTTA) che siano in grado di supportare e sostenere tali progetti.




NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn%3Anbn%3Ait%3Aprex-8262

DOI: http://dx.doi.org/10.2427/6128

References



Refbacks

  • There are currently no refbacks.