Indagini su conoscenze e comportamenti dei medici in tema di prevenzione delle neoplasie del cavo orale: primi risultati


Abstract


Obiettivi: l’indagine si propone di valutare il livello di conoscenze ed i comportamenti dei medici italiani in merito alla prevenzione delle neoplasie del cavo orale.

Metodi: lo studio è stato effettuato mediante l’invio postale ad un campione casuale di 500 di medici di medicina generale della regione Calabria di un questionario con 38 domande strutturate in 3 sezioni: caratteristiche anagrafiche e lavorative (sesso, età, anni di attività, etc.), conoscenze (principali fattori di rischio, lesioni precancerose, sede di insorgenza, etc.) e comportamenti (esame obiettivo del cavo orale, anamnesi personale, etc.).

Risultati: i dati si riferiscono ai primi 151 questionari
restituiti. La maggior parte dei rispondenti è di
sesso maschile, l’età media è di 51.4 anni, la media
degli anni di attività lavorativa è 19 anni e meno dei
due terzi dei medici afferma di lavorare più di 30
ore settimanali. Relativamente al livello delle conoscenze,
solo il 19% dei medici conosce almeno 3 dei principali fattori di rischio del cancro della cavità orale, poco più di un terzo (35.1%) riconosce la leucoplachia e l’eritroplachia come le due principali lesioni precancerose associate alle neoplasie e il 56.7% identifica il carcinoma squamocellulare
come la forma neoplastica più diffusa della bocca.

Per quanto riguarda i comportamenti, i primi risultati si evidenziano che il 67% del campione effettua l’esame obiettivo del cavo orale e poco meno dei due raccoglie informazioni inerenti all’ uso/abuso di alcool e tabacco dei pazienti.

Conclusioni: i primi risultati dello studio, se pur preliminari, fanno emergere l’importanza di pianificare interventi formativi in merito alla prevenzione delle neoplasie del cavo orale.




NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn%3Anbn%3Ait%3Aprex-8220

DOI: http://dx.doi.org/10.2427/6097

References



Refbacks

  • There are currently no refbacks.