Andamento della parotite epidemica nell'Azienda USL di Sassari e considerazioni sulle strategie vaccinali


Abstract


Obiettivo: valutare l’andamento epidemiologico della
parotite in relazione alla variazione delle coperture vaccinali
ed al tipo di vaccino utilizzato nell’Azienda U.S.L.
N° 1 di Sassari nel periodo 1991-2001.

Metodi: sono state analizzate tutte le notifiche di parotite
dei tre Distretti di Sassari, Alghero e Ozieri nel periodo
1991-2001 per risalire alla scheda vaccinale e conoscere
il tipo di vaccino e la data di somministrazione.

Risultati: sono stati notificati, nel periodo, 1000
casi: 352 a Sassari, 510 ad Alghero e 138 ad Ozieri.
In generale si è osservato nel periodo un livello di bassa endemia (26.4 per 105) con due rilievi epidemici in corrispondenza degli anni 1991-1995 ed un episodio francamente epidemico nel 2001 (193 per 105). L’epidemia del 2001 è iniziata l’anno precedente nel distretto di Alghero coinvolgendo successivamente Sassari e Ozieri. I maschi e le femmine risultano colpiti in eguale proporzione, la fascia
più colpita è quella dei 5-9 anni senza differenze fra periodi epidemici e interepidemici.
L’andamento stagionale è tipico con picco a fine inverno, inizio primavera. Le coperture sono risultate costantemente superiori all’80% fino al 1995 quando, grazie ad un offerta attiva dell’Azienda, si sono potuti raggiungere valori prossimi al 90%; la successiva offerta gratuita a partire dal 1997 ha consentito di superare questa soglia. Nel 6% dei
casi non era noto lo stato vaccinale, mentre il 55.3% risultavano regolarmente vaccinati, con tassi d’attacco di 19,.% tra i vaccinati e del 20.7% tra i non vaccinati (efficacia=4.3%). Nel complesso il 53.1% era stato vaccinato con il ceppo Rubini ed il 36.6% con quello Urabe AM9.

Conclusioni: i risultati confermano la scarsa efficacia
dei ceppi utilizzati. Pertanto è stata avviata una
campagna di vaccinazione antiparotitica con ceppo
RIT 4385 secondo la strategia di recupero alle età di
5 e 12 anni e delle occasioni opportune. In tale ottica
si auspica una sempre più forte sinergia tra
Servizi vaccinali e Pediatri di libera scelta per rendere
condivisa questa strategia e per effettuare una
corretta e capillare informazione delle famiglie.




NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn%3Anbn%3Ait%3Aprex-8216

DOI: http://dx.doi.org/10.2427/6093

References



Refbacks

  • There are currently no refbacks.