L’integrazione dei flussi informativi nella sorveglianza delle malformazioni congenite


Abstract


Obiettivi: valutazione della copertura del Registro notifiche delle malformazioni congenite alla nascita in Trentino negli anni 1999-2000 sulla base dei flussi disponibili.

Metodi: sono state considerate tre fonti: Schede cartacee di notifica di malformazione congenita (MALF), che alimentano il Registro Triveneto, il Certificato di assistenza al parto (CEDAP) e le Schede di dimissione ospedaliera (SDO).

Si è effettuato un record-linkage sulla base di una combinazione multipla di criteri comuni, individuando 402 casi. I casi non individuati da nessuna fonte e l’esaustività del flusso informativo sono stati stimati con la tecnica della cattura-ricattura.

Risultati: poiché CEDAP risulta associato positivamente
ad entrambe le fonti (CEDAP vs. SDO: OR=7,2 [95% IC 2,4-21,6] CEDAP vs. MALF: OR=2,62 [95% IC 1,6-4,2]), il metodo tradizionale della cattura-ricattura (stimatore non distorto di Chapman-Seber) porta ad una sottostima dei casi totali (N); è allora preferibile l’utilizzo dei modelli
log-lineari che considerano la dipendenza tra le fonti.

Il modello scelto è quello con gli effetti d’interazione CEDAP|SDO e CEDAP|MALF (G2=1,39; p=0,23), che dà le stime seguenti: N=471 [95% IC 430-512]; PC=46% [95% IC 43-51]; PM=26% [95% IC 24-28]; PS=78% [95% IC 71-85] (PX: tasso d’esaustività della fonte X).

Integrando il Registro delle malformazioni con almeno un altro dei flussi, si ottengono i seguenti incrementi di P: PMC=56% [95% IC 52-61]; PMS=82% [95% IC 75-90]; PMCS=85% [95% IC 79-93]. Le unioni MALF/CEDAP e MALF/SDO, rispetto al solo flusso delle malformazioni, portano aumenti dell’esaustività statisticamente significativi (p‹0,001), mentre la differenza tra il binomio MALF/SDO e l’unione di tutte e tre le fonti non è statisticamente significativa.

Conclusioni: i risultati mostrano una sottonotifica del flusso MALF ed una buona copertura delle SDO. Un’efficace attività di sorveglianza richiederebbe quindi l’integrazione di fonti multiple già informatizzate e che permettono di minimizzare
l’influenza della sensibilizzazione degli operatori.




NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn%3Anbn%3Ait%3Aprex-8186

DOI: http://dx.doi.org/10.2427/6062

References



Refbacks

  • There are currently no refbacks.