La ricerca sui temi dell’assenza dal lavoro per malattia e sulle pensioni di inabilità


Abstract


La riduzione della capacità di lavoro legata alla presenza di un cattivo stato di salute è un fenomeno esistente in tutto il mondo. Con l’industrializzazione, furono introdotti diversi sistemi di assicurazione per le giornate lavorative perse a causa di malattie, che costituiscono adesso parte di ogni moderno sistema di welfare. Nella letteratura scientifica ci si riferisce all’assenza per malattia ed alle pensioni di inabilità sia come ad un grande problema di Sanità Pubblica che come indicatori di tali problemi. Dati sull’assenza per malattia vengono sempre più frequentemente utilizzati nella ricerca in Sanità Pubblica.

Tuttavia, le conoscenze scientifiche riguardo a tale fenomeno sono scarse, a dispetto delle grandi conseguenze che l’assenza per malattia ha a livello dell’individuo, della famiglia e dell’intera società. I costi assicurativi per malattia causati dall’incapacità di lavorare sono aumentati notevolmente in molti Paesi industriaizzati. Nonostante ciò, spesso mancano anche dati descrittivi di base. Il numero di giornate di assenza per malattia varia a seconda della classe sociale, dell’età, del sesso e dell’etnia, ma le conoscenze sui meccanismi alla base di questi fenomeni sono scarse. La relazione tra i diversi sistemi di assicurazione e la salute pubblica non è quasi mai studiata. Lo stesso vale per le conseguenze positive o negative dell’assenza per malattia, per un periodo più o meno lungo. In questo settore, molti studi esaminano i fattori che portano all’assenza per malattia, ma ciò che avviene successivamente è spesso trascurato. In altri termini, l’assenza per malattia è di solito utilizzata come variabile di effetto e non come variabile d’esposizione.

Ciò implica che ai medici vengano fornite scarse indicazioni scientifiche su come gestire le pratiche di certificazione di malattia. I pochi studi a tale riguardo hanno evidenziato chiaramente come questo rappresenti per essi un grande problema. È necessario conoscere i fattori che influenzano la frequenza delle assenze per malattia e delle pensioni di inabilità, sia in generale che per differenti diagnosi, a livello individuale e di popolazione, per ottenere informazioni utili ad azioni di promozione della salute e di prevenzione. Di conseguenza, è necessaria la ricerca in differenti discipline scientifiche, utilizzando molteplici prospettive (come quella della società, della compagnia assicurativa, del luogo di lavoro, dell’assistenza sanitaria, e dell’individuo - particolarmente scarsa quest’ultima). Va inoltre sviluppata la ricerca su differenti metodi scientifici, sia quantitativi che qualitativi, riguardo sia all’occorrenza che alle conseguenze dell’assenza per malattia, sulla certificazione di malattia da parte dei medici, sui problemi percepiti dai diversi professionisti sanitari o dalla persona malata, come pure sugli aspetti economici o legislativi. Gli studi pubblicati riportano più di 50 misure diverse riguardo all’assenza per malattia e non vi è uniformità sul nome di queste misure. È necessario incrementare le conoscenze sulle conseguenze che l’uso di diverse misure ha sui risultati di uno studio e sull’impiego di appropriate tecniche statistiche di analisi di dati che sono spesso molto complessi. La ricerca sull’assenza per malattia è tuttora caratterizzata da un insufficiente sviluppo riguardo teorie, teminologia e misure. Per promuovere tale sviluppo, dobbiamo aumentare le collaborazioni scientifiche internazionali. Esistono anche problemi metodologici legati al fatto che i sistemi assicurativi variano tra Paesi diversi e, all’interno dello stesso Paese, nel corso del tempo. Maggiori conoscenze in quest’area potrebbero condurre a migliorare le misure preventive in generale e per specifiche diagnosi, la formazione dei medici e l’organizzazione dei sistemi di assicurazione delle malattie.




NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn%3Anbn%3Ait%3Aprex-8142

DOI: http://dx.doi.org/10.2427/6036

References



Refbacks

  • There are currently no refbacks.